Moralisti 2: Ezio Mauro

di , 29 Agosto 2009 10:44

Ieri è toccato a Dino Boffo, direttore di Avvenire, oggi è la volta di Ezio Mauro, direttore di Repubblica. Tempi duri per i moralisti nostrani, specie se sono direttori di importanti quotidiani nazionali. Siamo abituati a leggere i loro editoriali, ne conosciamo la passione con la quale elargiscono principi morali, indicano la retta via e condannano le peggiori abitudini italiote, incuranti degli insegnamenti evangelici e spesso al limite del codice penale; sia che si tratti del libertinaggio del premier, sia che si tratti di avasori fiscali. Persone dalla specchiata morale, modelli di perbenismo, tribuni del popolo, indomiti cavalieri senza macchia e senza paura che lottano contro i soprusi e le ingiustizie del mondo. Olè! Ieri abbiamo scoperto che Boffo, il quale da mesi denunciava il comportamento lussurioso del premier Berlusconi, aveva un piccolo scheletro nell’armadio: "L’Avvenire è nero".

Oggi, dunque, è la volta del direttore di Repubblica Ezio Mauro, quello col faccino da foca impaurita.

 

 

E’ ancora il Giornale a fornirci una interessante notizia: l’acquisto di una casa da parte di Mauro, con una parte di pagamento in nero: "E il direttore di Repubblica comprò casa in nero". Altri dettagli sull’operazione in un altro articolo: "Ho portato le prove alla Guardia di Finanza: non è successo nulla…".

Si tratta di una "casetta" ai Parioli del costo di oltre 2 miliardi di vecchie lirette, di cui 850 milioni non dichiarati.

Immagino che, come è successo ieri per l’articolo su Boffo, anche oggi si scatenino i moralisti e, colmi d’indignazione, si scaglino contro il Giornale per questo attacco al direttore di Repubblica. Arriveranno le manifestazioni di solidarietà bipartisan per Mauro da parte di esponenti illustri del giornalismo, della politica, dell’imprenditoria, degli intellettuali nostrani. Con un po’ di fantasia potremmo anche immaginare i titoloni dei quotidiani; si andrò dall’accusa di attacco personale al tentativo di intimidazione e delegittimazione della stampa. Volete che Franceschini non dica che si tratta di un tentativo di mettere a tacere la libertà d’informazione e  l’opposizione? Certo che lo dirà. Non c’entra niente, però Franceschini lo dirà. E tutti gli altri dietro a fare il coro a cappella. Ma l’unica vera domanda, alla quale nessuno risponderà, sarà questa: "Ezio Mauro ha acquistato quella casa versando 850 milioni di lire in nero? Sì o no?". Beh, a Repubblica sono specialisti nel porre domande cruciali, ma immagino che questa volta avranno un tremendo calo di fantasia. Diranno semplicemente, come ieri ha fatto Boffo, che si tratta di "Killeraggio…". Naturalmente, la risposta di Mauro non si farà attendere. Non è ancora in rete, forse Mauro la sta ancora pensando, ma tranquilli, in mattinata comparirà…

7 commenti a “Moralisti 2: Ezio Mauro”

  1. ariela scrive:

    Gianooo, indovina che è riapparso stasera sul mio blog: Marianne, te la ricordi? Aveva un blog su Tiscali intitolato pulcinitacchinottianatroccoli…Simpaticissima!

    ….

    Ricordo vagamente, forse ho letto qualcosa, ma non ricordo niente di preciso. Poi vado a vedere…:)

  2. sdat scrive:

    come ho già scritto tempo fa…

    gli antiBerlusconiani vanno da lustri in giro

    a dire che è “vietato fumare”

    con tanto di sigaro avana acceso in bocca

    Tads

    ….

    Proprio così, sdat…:)

  3. NORTON scrive:

    Facciamo una cosa,diamo tempo a Berlusconi di rispondere alle domande, magari anche quelle che le ha fatto la Padania e la LEGA alcuni anni fa, dopo sentiremo quello che ha da dirci il direttore di Repubblica.

    E’ solo una questione di rispetto dei tempi la domanda a Mauro è arrivata per ultima.

    Ah naturalmente è assai divertente che il moderatore sia anche il proprietario, lo specchio esatto di quello che vuole il presidente del consiglio con la stampa: si pubblichi solo ciò che mi è a favore.

    Grazie lo stesso.

  4. ariela scrive:

    Se hai capito qualcosa della mia precedente frase sei un genio…volevo dire che da noi c’è un modo di dire ecc…

    …..

    Ciao Ariela, non sono un genio, però avevo capito…:)))

  5. ariela scrive:

    Da non c’è un modo di dire difficile da tradurre:”Non c’è un momento vuoto”.

  6. ida scrive:

    non è una novità che i predicatori sono i più dentro…..infatti guardano gli altri per nascondere le loro malefatte che purtroppo sono commesse dai santarellini…ida

  7. casinista buono scrive:

    i bambini in questo momento sono più intelligenti degli adulti, piccoli bisticci che non servono a niente solo a alimentare odio per fortuna siamo civili, in quanto al nero la macchiolina l’ha anche chi va a caccia si streghe

Lascia un commento

Codice di sicurezza:

Panorama Theme by Themocracy