Sei democratico? Quiz facile facile…

di , 21 Luglio 2009 15:51

Siamo tutti democratici, a parole. Ma lo siamo davvero? Vediamo. La politica è l’arte di governare ed il sistema più comunemente accettato ed applicato nel mondo occidentale è la democrazia che significa, come tutti sanno, “Governo del popolo”. Il popolo elegge i propri rappresentati i quali, forti del consenso popolare, amministrano e governano piccoli paesi, città, regioni e la Nazione. E tanto basta al popolo per sentirsi pienamente appagato, responabile delle proprie scelte, e partecipe delle decisioni politiche.  Un filosofo molto famoso negli anni ’70, un mito della generazione dei movimenti giovanili e della contestazione, Herbert Marcuse (autore di “L’uomo a una dimensione”), diceva: “La libera elezione dei padroni non abolisce né i padroni, né gli schiavi.”. Statisticamente, anche coloro che solitamente dicono sciocchezze, prima o poi, per sbaglio o per caso, dicono qualcosa di giusto.  Bene, anche Marcuse ogni tanto ne azzeccava una.

Il concetto di democrazia è talmente entrato nel comune sentire e nella cultura popolare che nessuno osa metterla in dubbio. Oggi tutto è “democratico”. Perfino i magistrati, che dovrebbero essere totalmente estranei alla politica, hanno un’associazione che si chiama “Magistratura democratica”. Come se tutti gli altri magistrati non siano democratici. Così, fra non molto, avremo gli idraulici democratici, l’associazione “Verdurai democratici”, macellai democratici ed anche le “Badanti per la democrazia”, con tanto di pannoloni, per gli anziani assistiti, rigorosamente democratici.

Forse non è un sistema perfetto, ma, come diceva W. Churchill, è il “Meno peggio”. Ora, non stiamo a sottilizzare. Altrimenti dovremmo constatare che sia almeno strano che, in secoli e millenni di storia, l’umanità sia riuscita a mettere a punto un sistema politico che, invece che essere il “Migliore”, si accontenti di essere il “Meno peggio”. Non infieriamo sulle capacità umane. Ma torniamo al nostro quesito e vediamo di accertare se davvero siamo tutti così profondamente democratici.

Per fare questa prova cominciamo a catalogare l’umanità sulla base delle specifiche qualità individuali: qualità morali, professionali, culturali, attitudinali, caratteriali, e tutto ciò che contribuisce a diversificare gli individui e renderli più o meno adatti allo svolgimento di un compito specifico. Per facilità di esposizione individuiamo tre categorie fondamentali: la prima, quella alla quale appartiene la stragrande maggioranza degli uomini, sarà costituita da persone che non hanno meriti e qualità particolari, sono nella media, senza lode e senza infamia, e, come tali, li chiameremo “Mediocri”; le altre due raggruppano una percentuale inferiore di persone e sono quelle che si differenzaiano dalla categoria dei “mediocri” in positivo o negativo. Una di queste categorie individua quelle persone che possiedono in massima misura le qualità morali, umane e professionali: li chiameremo i “Migliori”. All’altra categoria appartengono quelle persone che possiedono solo in minima parte le suddette qualità o, talvolta, ne sono completamente prive. li chiameremo i “Peggiori”.

Veniamo ora al quiz. Scegliendo fra le tre proposte sotto elencate, a chi affidereste il Governo del mondo?

1) Ai migliori.

2) Ai mediocri.

3) Ai peggiori.

Avete scelto? Bene, immagino che, a parte i soliti bastian contrari, la stragrande maggioranza delle persone risponda, per logica o semplice buon senso, che affiderebbe il governo ai migliori. Solo un pazzo potrebbe decidere diversamente. Significa che siete democratici?  Ma nemmeno per sogno. Il principio di affidare il Governo ai “Migliori” non appartiene alla democrazia. E’, invece, il principio sul quale si basa la “Aristocrazia”, non nel senso di nobiltà, ma nel senso etimologico del termine greco (Oi aristoi) “Governo dei migliori, degli eccellenti…”. Già, forse vi sorprende, ma istintivamente voi avete scelto come miglior sistema di governo non la tanto acclamata democrazia, ma l’Aristocrazia.

Ma allora, se la logica ed il buon senso ci dicono che la scelta giusta è quella di affidare il governo ai migliori, ovvero l’Aristocrazia, perché tutti si battono per la democrazia? Semplice, perché in un sistema aristocratico tutti i mediocri resterebbero tagliati fuori dal potere. Ecco perché i furbi hanno inventato la democrazia, per consentire ai mediocri di governare.

E adesso come la mettiamo? Meditate gente, meditate. Ne riparliamo alla prossima puntata. Non cambiate canale, restate con noi, linea alla regia, pubblicità…

8 commenti a “Sei democratico? Quiz facile facile…”

  1. Dubbiosa scrive:

    Corretto, ma la questione centrale è: “chi sceglie i migliori?”

    …..

    Questo è il minore dei problemi: valgono gli stessi criteri in uso per la selezione di qualunque personale da adibire ad incarichi specifici. Né più, né meno…

  2. ZAGOR TE-NAI scrive:

    MOLTO ARGUTO ED APPROPRIATO.

    ….

    Grazie

  3. io scrive:

    i migliori possono essere in tutti i sensi,anche come onestà,come qualità intellettuali,come rettitudine,come intelligenza nell’amministrare la res-publica, come grandezza d’animo ed oculatezza nelle scelte,etc,etc.

  4. yor scrive:

    chi dice che migliori faccia rima con aristocratici?

    Fermi,Leonardo,Woytila,Gorbaciov,Gates….solo alcuni tra i grandi,per scienza,politica,credo.

    I veri migliori non hanno bisogno di titoli… ma che il popolo creda in loro. Comunque c’è la ricetta per una vera democrazia…….

    …..

    E tu da dove vieni…dalla val Brembana? Ma hai capito almeno quello che c’è scritto? Boh…

  5. salem scrive:

    secondo me i mediocri combineranno sempre meno casini dei migliori o dei peggiori :)

    Metti pure imamgini di donne nude tanto non ci ribelliamo neanche più, l’unico che protesta è il MOIGE, pensa un po’ come stiamo messe noi donne! poi che pretendiamo?

    …..

    Non è detto, anzi sarebbe proprio una contraddizione. :)

  6. Marco Aurelio scrive:

    Anche Socrates se non erro ammetteva che la democrazia è un’illusione che viene data al popolo per tenerlo calmo e tranquillo. La democrazia non esiste. Paraddossalmente le dittatuure a volte sono anche migliori delle Repubbliche di Banane come nella nostra Italia. Infatti il fascismo è sicuramente uno dei periodi migliori dell’Italia. E’ un dato di fatto sia economico, occupazionale e monetario. Gli stessi popoli dei paesi ex-sovietici ammettono che si stava meglio prima. Assurdo ma vero. La vera democrazia pura è quando il popolo viene chiamato sempre a votare senza rappresentanti. Visto i tempi e i costi impossibili da sopportare nasce una pseudo-democrazia governata da gente che poi non fa mai il volere del popolo ma il proprio volere. Allora meglio essere governato da un dittatore o RE che da 945 IGNORANTI e CORROTTI!

  7. casinista buono scrive:

    oggi sei provocante con una pubblicità così sei esplicito, ma i moralisti non approvano, allora non sono moralista, che dici non faccio parte dei primi della classe, allora non sono democratico. Sai cosa mi è successo un avvocato che ho revocato il mandato m’ha fatto lo sgambetto con la parcella, prima mi ha difeso da 4 poi adesso la parcella è da 10 e lode anche questa è democrazia, è lunga la storia, poi ti stufo, un quesito per GIANO il mio sistema nervoso è sensibile, quando parlo con le persone mi da un imput perché alzo le il mio scudo di difesa mentre qui non alzo lo scudo sono tranquillo sarò malato?

    …..

    Pare che oggi se nella pubblicità non ci metti una donna nuda non si vende niente. Allora mi adeguo.

    Non sollevi scudi perché qui nessuno ti aggredisce. Buona giornata :)

  8. Ebe scrive:

    Mmmm… l’unico dubbio è sul significato dell’etimo

    “i migliori”: gli aristocratici greci lo erano per privilegio di casta, più che per meriti acquisiti (almeno, nella maggioranza dei casi). Quindi potevano anche concedersi il lusso della cultura e dell’arte, compresa quella di governare il popolo.

    Mi piace pensare ad un sistema dove la parola “migliore” indichi davvero qualità reali possedute dalla persona e conquistate con fatica e sacrificio.

    Un’utopia, insomma, ma non disperiamo…. :)

    …..

    Non è più utopistico del socialismo. Anzi, è del tutto logico e naturale. Ma non conviene ai più. Coraggio…:)

Lascia un commento

Codice di sicurezza:

Panorama Theme by Themocracy