Evoluzione dello scarabeo

di , 13 Dicembre 2007 21:02

Lo scarabeo stercorario è quel curioso coleottero che ama nutrirsi di escrementi animali che trova, evidentemente, gustosissimi. Tanto che con lo sterco usa fare delle palline che poi, facendole rotolare, trascina nella sua tana, sia come scorta di cibo, sia per deporvi le uova.

 

 

Ora, pare che un ceppo particolarmente ingegnoso della specie scarabeo, nel corso dell’evoluzione, si sia trasformato fino ad assumere sembianze quasi umane, pur mantenendo quella sua caratteristica; la particolare predilezione per tutto ciò che è escrementizio. Alcuni di tali esemplari rarissimi riescono perfino a farsi passare per comici. Infatti, per distinguerli dal normale scarabeo stercorario, li chiamano "scarabeo ridens". Sotto vediamo un esemplare che ha caratteristiche simili, ma non è ancora molto chiaro (gli studiosi sono ancora divisi sul caso) se si tratti di uno scarabeo stercorario al termine dell’evoluzione, oppure di un comico con una tendenza kafkiana alla mutazione in scarabeo. Lui, per distinguersi dallo scarabeo, si fa chiamare Daniele. 

 

 

In ogni caso, se vi capitasse di incontrare uno di questi esemplari non accettate mai un invito a cena. Infatti, forse a causa delle mutazioni tuttora in corso, non hanno le idee molto chiare; confondono la cucina con il bagno, i piatti col vaso da notte e, soprattutto, la satira con la merda.

P.S.

Caro Daniele, non prendertela, anche questa è satira…no?

 

2 commenti a “Evoluzione dello scarabeo”

  1. Giano scrive:

    Ciao Ivy, sì pare che lo scarabeo porti fortuna, per gli egizi era addirittura sacro, ma…questo tipo di scarabeo Daniele, secondo me, porta anche sfiga, tanto è spregevole. Ma lui è convinto che quella serie di scurrilità assortite che lui chiama “satira” facciano ridere. Contento lui…

    Ciao Su’aco, finirò per montarmi la testa. Scherzo…

    Però fa piacere pensare che io scrivo a casa e mi leggono a Brescia. E magari ci scappa un sorriso. Fantastico, è la miglior ricompensa.

    Quando porti i miei post alla mamma, portale anche un grande abbraccio, un sorriso e gli auguri per un Natale sereno, con tanto affetto, a te, a lei ed a tutti i vostri cari. Prima o poi mi deciderò a pubblicare un post sui Bergamaschi! E’ una specie di scioglilingua. Prima o poi…

    Ciao, buon viaggio :)

  2. Su'aco scrive:

    Delizioso il post.

    L’ho subito copiato sul file che questa sera stamperò per la mamma.

    Infatti quando il sabato vado a trovare mia madre, cha abita a 100 km da me, insieme alla spesa le porto i tuoi post, se mi dimentico si lamenta molto.

    Ho anche scoperto che li smercia tra zii, ziee e amici, tutti ultra settantenni.

    Se li passano, li leggono al telefono, si fanno qualche risata.

    Dovevo dirtelo, nel bresciano sei famoso anche tra chi con la rete non ha nulla a che fare

    ^_^

Lascia un commento

Codice di sicurezza:

Panorama Theme by Themocracy