Ho visto cose che vorrei non vedere.

di , 9 Novembre 2006 15:57

Ho visto bambini crescere in batteria, come i polli. Li ho visti ingurgitare cibi precotti, predigeriti e intrugli pieni di additivi e conservanti. Li ho visti camminare piegati dal peso di zainetti firmati. Li ho visti intontiti davanti alla TV, perché gli adulti non hanno tempo per loro; la mamma è in palestra a tonificare i glutei, il papà è al tennis e la nonna è al ricovero per anziani, perché era ingombrante come un vecchio mobile inutilizzato. Li ho visti gettarsi dalla finestra per imitare Harry Potter.

Ho visto ragazzi violentare ragazze, convinti che quella sia libertà sessuale. Li ho visti picchiare selvaggiamente i compagni deboli, perché l’hanno imparato al cinema o alla TV. Ho visto ragazzi dal cervello liquefatto da droghe preparate da adulti. Ho visto giovani sballarsi in locali fumosi per fuggire dal nulla. Li ho visti sfracellarsi sulle strade, all’alba, su auto troppo veloci. Li ho visti fare domande alle quali nessuno risponde.

Ho visto gli adulti contare l’incasso della giornata e ridere, soddisfatti. Li ho visti correre allo stadio e urlare agitandosi come scimmioni. Li ho visti fare promesse che non mantengono. Li ho visti predicare bene e razzolare male. Li ho visti rubare, corrompere, prostituirsi, vendere la madre, l’amore, l’amicizia, in cambio di un conto in banca. Li ho visti leggere i quotidiani del mattino per avere argomenti di conversazione. Li ho visti acquistare idee di seconda mano in offerta speciale. Li ho visti gettare i neonati nei cassonetti, come spazzatura. Li ho visti regalare ai giovani sogni già scaduti, inutili.

Li ho visti, infine, piangere sulle tombe dei figli. Troppo tardi.

P.S.

Vorrei vedere i giovani incazzati, vorrei vederli prendere a calci il mondo degli adulti. Ma non lo faranno, perché stanno solo crescendo, stanno ancora imparando, si stanno preparando a diventare…adulti.
Riferimenti: ( Torre di Babele)

7 commenti a “Ho visto cose che vorrei non vedere.”

  1. Giano scrive:

    Vi ringrazio per i commenti.
    Un po’ mi consola vedere che condividete le preoccupazioni.
    Ma non cambia il mio pessimismo nei confronti del futuro.
    C’è poco da stare allegri. Anzi, ci aspettano giorni ancora più bui.
    Coraggio

  2. laracchia scrive:

    Ho visto adulti andare all?estero per violentare le bambine,
    poi tornare a casa e abbracciare i propri figli.
    Ho visto adulti spendere soldi per migliorare il proprio corpo e bambini morire di fame.
    Ho visto madri uccidere i propri figli, poi scriverci un libro e andare in televisione per pubblicizzarlo.
    Ho visto cose assurde, per come stanno andando le cose ne vedrò sempre di più,
    se i miei figli dovessero chiedermi il significato su tutto quello che sta accadendo nel mondo,
    non so proprio cosa rispondere!

  3. lore scrive:

    Nenè. purtroppo i giovani, quando vogliono cambiare il mondo con l’odio in nome di un’eterea “fratellanza”, riescono a fare, e questo lo constatiamo bene, peggio della generazione ormai adulta che li ha preceduti, e di conseguenza a crescere peggiori. Tendono ad assorbire quello che vedono intorno, e non possono crescere migliori se non vogliono essere realmente anticonformisti, e non mi riferisco al finto ribelle punk o ad inquilini di centri sociali; parlo di gente che opta veramente per il bene. Ce ne sono, ma sono pochi, perché quanto può essere facile per un giovane nuotare contro tutto il mondo in cui si è sviluppato??
    Credimi, questi giovani che ci sono ora, riusciranno ad essere una generazione adulta che farà maggior danni di questa. Io sono cristiano, credo in Dio e non mi dispero, ma certo non si può dire che osservando lo scenario mi venga da fischiettare in allegria.

    Giano, la speranza è l’ultima a morire. Luogo comune, già.. ma è essenziale. E’ essenziale sopravvivere alzando lo sguardo oltre la superficie del mondo, a cercarne i piccoli miracoli in profondità… ce ne sono, e non fanno cronaca su Repubblica. Ma se li scopri ti fanno ricredere su quello ritenuto morto o perso.

    Buona notte amici, a risentirci presto, quando potrò tornerò a dilettarmi più spesso nel mondo dei blog (mio compreso..)

    Lorenzo

  4. Nenè scrive:

    Sì Giano, leggo questo tuo grido, in un crescendo che è come una preghiera come grani del rosario dell’ineluttabilità.
    Cresceranno i giovani, abbandonati, sviliti, violati e offesi, da viscide carezze e da doni costosi che dovrebbero servire a colmare i vuoti, e la mancanza di Ascolto e compensare la cattiva coscienza dei grandi.
    Saranno adulti anche loro mi auguro(per loro, non per noi, che si ‘incazzino’, veramente di brutto, che rovescino il mondo vuoto che gli abbiamo costruito e donino il Mondo vero che hanno dentro di loro, fatto di sogni, di lealtà, di amicizia vera e di fratellanza senza differenze.E mai più lavagne dove scrivere da una parte i ‘BUONI’, dall’altra i ‘CATTIVI’.
    Giano io ti amo perchè tu sei un uomo solo ma bello dentro più di migliaia di ‘uomini coglioni senza testicoli’ che ritengono di possedere il mondo e i nostri destini.
    Grazie Giano, grazie infinite, scaricherò la pagina e la porterò domani ai miei ragazzi.
    Nenè/Sà

  5. silvia scrive:

    ciao giano.. per prima cosa ti ringarzio della visita e del tuo commento.. poi ti dico che hai ragione.. oggi giorno si vive nella più totale indifferenza.. di generazione in generazione si peggiorerà e basta.. che tristezza..:-( a presto..un bacione..silvia

  6. Giano scrive:

    Ciao Lore, onestamente non creco più che le cose possano migliorare, anzi…
    Stiamo correndo incontro al disastro nell’indifferenza generale.
    E’ come il ballo sul Titanic.
    Va beh, troppo pessimistico.
    Forse migliorerà un giorno, ma io di certo non ci sarò.
    Coraggio…

  7. lore scrive:

    Giano, i giovani di oggi tra i quali sono incluso, hanno bisogno di molte preghiere: siamo al disfacimento totale, fidati. Non so che generazione adulta verrà fuori, e non mi immagino quella dopo. Sempre se non avremo distrutto il pianeta, nel frattempo…

    Scusate il fatalismo, ma sono deluso da quello che ho intorno. Nonostante la negatività delle frasi di prima, comunque, ho la speranza che in qualche modo il bene vincerà, come ha sempre fatto nella storia. Spero che quel momento però non sia troppo tardi per molti…

Lascia un commento

Codice di sicurezza:

Panorama Theme by Themocracy