Tacchini e miracoli…

di , 17 Marzo 2006 16:49

Secondo scoop della giornata. Dopo aver scoperto che in Israele esistono dei tacchini mezzo vivi e mezzo morti (vedi post precedente) scopriamo su TGCom (vedi "Aviaria, virus arrivato in Israele") che, a distanza di poche ore dalla natizia ANSA, ci sono novità. "Dopo la morte in Israele di 11.000 tacchini e galline nel sud del Paese, per quello che si teme sia il primo focolaio di influenza aviaria, l’allarme è cresciuto per il ricovero di tre persone all’ospedale Soroka con sintomi sospetti. Le autorità sanitarie temono che possano aver contratto il micidiale virus H5N1 anche perché lavoravano in una delle due fattorie colpite." I tacchini morti non sono più 16.000, come comunicato precedentemente, ma 11.000. Se ne deduce che, in queste poche ore, è successo un miracolo: " 5000 tacchini morti sono resuscitati" Boh…!?
Riferimenti: ( Torre di Babele)

7 commenti a “Tacchini e miracoli…”

  1. falivenes scrive:

    Giano?Amico mio la sai la novità sono sulla HP di Tiscali/blog dedicati e pensa,non parlo nemmeno di cani e gatti(!),ma che succede?Sono impazziti tutti?Tvb;-)Sà

  2. sibillasi scrive:

    Ai giornalisti è concessa qualunque boiata che sia intenzionale o no. Purtroppo.

  3. gio scrive:

    Ciao Giano i numeri sono relativi…
    i tacchini che mancano sono (sembra) in viaggio per l’Europa…

  4. webmaster scrive:

    Un momento, un momento, nemico dell’Islam! Perché non hai chiarito che i tacchini abbattuti erano palestinesi? Ancora una volta i crudeli israeliani hanno infierito sulla popolazione inerme e tu taci! Va bene, i tacchini erano di proprietà israeliana, ma sempre nati in Palestina! Non lo sai che Israele NON ESISTE?

    Boh, giba

  5. falivenes scrive:

    Alt fermi tutti!
    Giano,lo so io che fine hanno fatto gli altri 5000 tacchini.
    Li ha presi tutti,ma proprio tutti tutti Amfortas!!!Sta organizzando la giornata mondiale di pellegrino tac.
    Un bacio,grande Giano,vado a farmi un giro da Zampa

  6. zampa scrive:

    I numeri sono sempre relativi…
    Però c’è poco da ridere, anzi c’è da piangere perchè in Israele non si è preparati per niente per quest’epidemia. Troppo fatalismo e poca serietà.
    Speriamo bene.

  7. Amfortas scrive:

    Di che ti meravigli, Giano?
    In quelle zone del mondo le persone resuscitano dopo 3 giorni, gli storpi prendono a camminare, insomma i miracoli sono all’ordine del giorno da più di 2000 anni.
    Che vuoi che sia qualche migliaio di tacchini?
    Ciao :-)

Lascia un commento

Codice di sicurezza:

Panorama Theme by Themocracy