Morti, candele e…come apparire Bbbuoniii…

di , 31 Dicembre 2004 18:15

Tanto per non dire che voglio essere per forza polemico sui fatti recenti e sulla corsa a dimostrare chi è più buono, ma… Ecco un altro post, ancora di settembre scorso. Sabato 4 Settembre 2004 ore 20:13:35 Ultimissima: Mettete dei fiori nei vostri cannoni… No, scusate, quella è vecchia, è un’altra storia. Mettete candele ai vostri balconi, anzi, alle finestre. Ecco, adesso è giusto. Sembra sia il nuovo ordine partito da alcune docenti universitarie di Roma. Bene, mettetela pure, ma attenti a non bruciare le tende. E poi, mi raccomando, che siano candele belle grosse e che si vedano da fuori, in modo che la gente passando le veda e pensi " Ma come è buona quella signora!". Beh, l’importante è che la gente lo pensi, anche se vi state scannando con coniuge e figli. Sì, perchè l’importante non è tanto provare dolore, sdegno, commozione, cose che si possono provare anche nel segreto della propria casa, no…l’importante è che gli altri vedano quanto siete addolorati. Ma quanto siamo buoni. E quanto devono essere buone tutte quelle persone che metteranno la candela alla finestra. Magari domani il TG ci dirà di padri che ammazzano i figli, figli che ammazzano la madre e via ammazzando… Ma l’importante è…la candela. Magari fra quelle brave persone c’è chi tratta a pesci in faccia il bidello, giusto perchè è un bidello e lei è docente universitaria, ma…mette la candela alla finestra. Magari c’è gente che mette i genitori all’ospizio giusto per toglierselo dalle palle, ma… Magari c’è gente che nemmeno saluta i condomini, ma… Magari c’è gente che ruba, truffa, calunnia, odia il prossimo,ma… Magari ci sono mafiosi, di quelli che si divertono a sciogliere i bambini nell’acido, ma… Magari ci sono pedofili, ma… L’importante è dimostrare dolore per i bambini uccisi. L’importante è che gli altri ci guardino e pensino " Ma che brava persona, che buona…!" Bene, allora mettetevi pure la candela nel cu…pardon, alla finestra. A proposito, ma ricordatevi che fra poco gioca la nazionale italiana. Quindi, mi raccomando, tutti davanti alla TV a tifare per le prodezze ( si fa per dire) dei nostri pallonari miliardari. Che? La candela? Ah, sì, ora la metto… Anzi, metto due candelabri, fanno più scena, sembro più addolorato, più buono e poi due candelabri si addicono molto meglio al cospetto della salma dell’intelligenza umana. Anzi, ci metto anche una corona di fiori. Più addolorato di così !? P.S. Caro Fromm, la domanda non è più "Avere o essere", ma… Visto che ormai abbiamo non tutto, ma molto… Certo, molto, molto, ma molto di più di quanto abbiano i superstiti delle zone colpite dallo tsunami, allora " Avere" non è più un problema. Abbiamo già tutto. Il problema oggi è "Essere o…apparire?"
Riferimenti: ( Torre di Babele)

5 commenti a “Morti, candele e…come apparire Bbbuoniii…”

  1. zampa scrive:

    Caro Giano, io credo che di fronte ai disastri ognuno reagisce adeguatamente al suo carattere. Ci sono quelli che mettono la candela alla finestra per esprimere il loro sincero dolore, sapendo di non poter fare molto di più. Ci sono quelli che la mettono, la candela, per “apparire” addolorati perchè è “in” . Ci sono quelli che la mettono perchè si sentono tanto impotenti di fronte alla catastrofe che hanno bisogno di sentirsi solidali. Poi ci sono persone, oserei dire come te, che sentono il bisogno di nascondere il loro profondo dolore sotto uno strato di sarcasmo. Forse sono scontenti della propria sensibilità, si sentono vulnerabili.
    A me fanno rabbia quelli che distinguono tra e tra – per gli ostrogoti mi addoloro, per gli stuppinesi no. O sono ammalati di scemenzite acuta o sono ermeticamente insensibili all’essere umano.

  2. barbara3cc scrive:

    E’ sconcertante che una morte del genere sia reale,a queste cose eravamo abituati a scnvolgerci sul divano,guardando la tv.Invece è tutto vero. Mi ha sconvolta di + che la caduta delle due torri. Forse sono prevenuta,forse la morte degli americani nn mi da così fastidio come la morte del 26 dicembre…Sono assurdamente prevenuta,già,sono anche io vittima del pregiudizio. Sono anche io boicottabile,cervello riprogrammato da bombardamenti pubblicitari,messaggi subliminali. Non posso aver fiducia nemmeno in quello che sento. Ma nn deve essere una gran bella morte,per annegamento,sotto una devastante pressione dell’acqua del mare……….

  3. Lorenzo scrive:

    Caro Giano,
    non solo capisco ma condivido il tuo pensiero.
    Non aggiungo altro.
    Stammi bene.
    Un abbraccio amico.

  4. emmit scrive:

    volevo semplicemente farti i miei sinceri auguri di felice anno nuovo. a presto.

  5. niko_milano scrive:

    VOLATI SU IN CIELO QUANDO ANCORA L OMBRA DELL UMANA MALIZIA NON AFFIORAVA AL LORO SPIRITO

    DEDICATO A TUTTI I BAMBINI DECEDUTI NEL SUD EST ASIATICO

Lascia un commento

Codice di sicurezza:

Panorama Theme by Themocracy